SWATCH GOES BACK TO 1984 IN BIOCERAMIC

SWATCH GOES BACK TO 1984 IN BIOCERAMIC LANCIO DI MODELLI VINTAGE CON UNA SVOLTA SOSTENIBILE NEL 2021

SWATCH GOES BACK TO 1984 IN BIOCERAMIC LANCIO DI MODELLI VINTAGE CON UNA SVOLTA SOSTENIBILE NEL 2021

BIEL, SETTEMBRE 2021


L’ultimissimo capitolo della storia bio-innovativa di Swatch attinge al 1984, un anno straordinario che rimarrà negli annali. Parliamo della presenza di icone e pionieri che hanno influenzato il mondo. È l’anno di Purple Rain di Prince, di Like a Virgin di Madonna ed è anche l’anno in cui è uscito il videogioco Tetris. Per non parlare di Swatch, che è entrata proprio nel 1984 nel Guinness dei Primati per la costruzione di un orologio gigante, posizionato sull’edificio sede della Commerzbank di Francoforte, dal peso di 13 tonnellate e dall’altezza di 162 metri. È stato anche il primo anno da quando il brand aveva inaugurato, dando inizio ad una rivoluzione in technicolor nel campo dell’orologeria.


Time is what you make of it e Swatch ha sfruttato davvero il tempo, affermandosi in tutto il mondo per quanto riguarda l’innovazione e l’espressione individuale. Con la sua più recente collezione 1984 Reloaded, il brand trae ispirazione dalle sue radici e combina una serie dei suoi modelli originali e più amati del 1984 con la BIOCERAMIC, un nuovo traguardo nel campo dei materiali ecosostenibili. Il mix unico di ceramica e plastica di origine biologica derivante dall’olio di ricino dà vita a un materiale robusto e leggero, che garantisce una resistenza ai graffi e una finitura tattile ‘effetto seta’.

Scarica l’immagine